I cristiani al tempo del coronavirus

sono coloro che:

  1. Entrano nella loro camera e, chiusa la porta, pregano il Padre loro nel segreto; e il Padre loro che vede nel segreto li ricompenserà (Mt 6,6). 
  2. Leggendo qua e là magari scoprono che il Diritto Canonico ci dice che il Vescovo non sta facendo nulla di contrario alla legislazione della Chiesa ma sta applicando (credo senza leggerezza come qualcuno potrebbe pensare quando dice che i nostri vescovi “sono diventati tiepidi”) il can. 87, §1.: “Il Vescovo diocesano può dispensare validamente i fedeli, ogniqualvolta egli giudichi che ciò giovi al loro bene spirituale, dalle leggi disciplinari sia universali sia particolari date dalla suprema autorità della Chiesa per il suo territorio o per i suoi sudditi[…]; e il can. 1245: “Fermo restando il diritto dei Vescovi diocesani di cui al ⇒ can. 87, il parroco, per una giusta causa e conforme alle disposizioni del Vescovo diocesano, può concedere la dispensa dall’obbligo di osservare il giorno festivo o di penitenza, oppure commutarlo in altre opere pie […]”.
     
    La Chiesa è Madre e ha già previsto come agire in simili casi! 
  3. Pur sentendone la mancanza e desiderando fortemente nel loro cuore di poter tornare a partecipare pienamente e attivamente alla Messa (desiderio che dovrebbe esserci sempre non solo in tempo di coronavirus), in tutta serenità e umiltà accettano (si dovrebbe dire “obbediscono”) le indicazioni del loro pastore che altro non è che il Vescovo diocesano; 
  4. Leggono i segni dei tempi che stanno facendo emergere – da quanto si legge qua e là – un senso di smarrimento per la mancanza dell’Eucarestia: questo è un segno bellissimo che alla fine dovrebbe far riempire le chiese rientrata l’emergenza. Speriamo!

Infine si comunica che a Gorgonzola:

  • le chiese saranno aperte, ma senza celebrazioni
  • il Santuario “Madonna dell’Aiuto” sarà aperto per la preghiera ma senza esposizione
  • gli oratori saranno chiusi e verranno sospese tutte le attività
  • è sospesa la programmazione di Sala Argentia

COMMENTS