Santa Messa dal 18 maggio

 

La celebrazione delle Messe riprenderà da lunedì 18 maggio.

Due sono i criteri che ci hanno guidato per le norme che vengono stabilite in conformità col Protocollo della CEI e le indicazioni diocesane: che TUTTI possano venire alla Messa e trovare posto; che le persone partecipino in TOTALE SICUREZZA.

  • Tra sabato e Domenica saranno celebrate 15 Messe in tre luoghi differenti:
    SS. Protaso e Gervaso, S. Carlo e Sala Argentia (3 il sabato sera e 12 la domenica). 
  • Le celebrazioni a Sala Argentia avranno inizio 15 minuti dopo le altre, così che chi non trova posto nelle Chiese possa avere il tempo per trasferirsi. 
  • Sia a San Protaso che a San Carlo le panche sono state distanziate tra loro di circa 2 metri.
    In
    Sala Argentia si userà una fila sì e una no. Vanno occupati i posti liberi più lontani dall’ingresso. 
  • I posti saranno limitati: 200 a San Protaso e Gervaso (176 in Chiesa e 24 in Trinità), 104 a San Carlo, 183 in Sala Argentia. 
  • Non possono venire in Chiesa le persone che hanno una temperatura superiore a 37,5° o che sono state a contatto ultimamente con una persona positiva al Covid19. 
  • All’ingresso verrà dato un foglietto numerato ad ogni fedele partecipante, per verificare il rispetto degli ingressi consentiti. 
  • Le chiese apriranno solo 15 minuti prima dell’inizio delle celebrazioni. 
  • Ci saranno porte riservate all’ingresso e altre adibite per l’uscita. 
  • Ci si potrà sedere solo ai posti opportunamente segnalati. 
  • All’ingresso ci sarà un dispenser per la igienizzazione delle mani. 
  • Le famiglie (genitori coi figli) potranno sedersi vicino. 
  • Durante la celebrazione dovrà sempre essere indossata la mascherina. 
  • Non si potranno utilizzare i libretti dei canti, né altri fogli. Il foglio della Messa, una volta preso, deve essere portato a casa. I Notiziari potranno essere ritirati solo all’uscita. 
  • Per la Comunione si resterà al posto e passerà il sacerdote o un ministro (con guanti e mascherina) per portare l’Eucarestia. La si riceverà solo sulla mano. 
  • Non ci sarà il coro, ma solo un musico (organista o chitarrista), una voce guida solista e un lettore. 
  • Come ministri all’altare saranno presenti non più di due cerimonieri e nessun chierichetto. 
  • Al termine delle celebrazioni non si potrà sostare sul sagrato. 
  • Dopo ogni celebrazione i luoghi saranno opportunamente igienizzati. Prima delle aperture sono stati sanificati. Il sabato e la domenica pomeriggio le chiese resteranno chiuse dalle 17.00 alle 17.45 per l’igienizzazione. 
  • Le Messe dei giorni feriali saranno negli orari consueti (7.00; 9.00; 18.30 a San Protaso e Gervaso e 8.30 a San Carlo). Varranno le stesse norme che per quelle festive sopra riportate. 
  • Ricordiamo che per le persone anziane che possono avere difficoltà o timori a partecipare, non esiste l’obbligo di venire in Chiesa e possono proseguire a ascoltarle da casa: le Messe celebrate in Prepositurale (sia feriali che festive) saranno trasmesse via streaming, quelle in San Carlo attraverso Radio Nostra.

COMMENTS