Gruppi del Vangelo: la preghiera in un tempo di prova

Siamo convinti che non può esistere annuncio se non si vive un rapporto profondo e vitale col Signore, e senza una dimensione ecclesiale della propria fede.

Siamo convinti che sia necessaria una pastorale che preveda l’evangelizzazione anche nella dimensione dell’andare e non solo dell’aspettare. A questo riguardo l’esperienza dei ‘gruppi del Vangelo nelle case è esperienza profetica e di grande valore.

L’annuncio della fede è strettamente correlato alla dimensione della fraternità, a una spiritualità di comunione. Ciò ci chiama sia ad una rinnovata fraternità tra di noi, sia a vivere il mandato di Gesù: ‘a due a due’, alla lettera. La dimensione della fraternità la viviamo anche durante gli incontri: non sono momenti freddi e asettici. Infatti nel cristianesimo metodo e contenuto coincidono: non si può annunciare Dio Amore se non vivendo l’amore reciproco, il ‘comandamento nuovo’ che Gesù ci ha donato.

Il modo più normale per raccogliere una testimonianza che si è trasmessa per duemila anni è quello di andare alla fonte; cioè leggere direttamente nel Vangelo ciò che i discepoli di Gesù hanno raccontato di lui.

È quello che si fa nella liturgia: quando celebriamo, per esempio, la Messa domenicale, ogni volta ascoltiamo la proclamazione di una pagina del Vangelo, che viene poi spiegata dal prete nell’omelia. Questo incontro settimanale con la parola di Dio è indispensabile, fondamentale per la nostra fede. E tuttavia nel contesto celebrativo della Messa (che, ripetiamo, è e resta insostituibile) non trova spazio un momento importante: quello del dialogo, della comunicazione reciproca delle esperienze vissute sul contenuto della pagina evangelica; insomma, nella Messa noi ascoltiamo Dio che ci parla, possiamo anche rispondergli nel segreto del nostro cuore, ma non possiamo parlare tra noi di ciò che Dio ci dice.

È ciò che intendiamo riproporre a partire da venerdì 28 ottobre: piccoli gruppi di persone si riuniranno nelle case di persone disponibili sparse nel territorio della parrocchia, allo scopo di aiutarsi a vivere il Vangelo, approfondendo insieme la Parola e comunicandosi le esperienze vissute e lanciare l’impegno dell’evangelizzazione nel proprio ambiente di vita.

Quella dei gruppi del Vangelo nelle case, è una scelta di qualità che indica un cambiamento di rotta significativo: non più solo la Parrocchia che aspetta che i fedeli “vengano” in Chiesa, ma lei stessa che “va” nelle case della gente, là dove le persone vivono.
È un “cammino ecclesiale” che “intende favorire la comunione, la partecipazione e l’impegno missionario di tutti i battezzati, attraverso un processo di discernimento spirituale incentrato sull’incontro, sull’ascolto e sulla riflessione, per giungere a una sempre maggiore apertura alla novità dello Spirito e ai suoi suggerimenti.

Inoltre, attraverso questo itinerario si aiutano i laici a crescere nella corresponsabilità dell’annuncio del Vangelo: non sono più solo i preti ad annunciare il Vangelo, ma anche i laici diventano corresponsabili della fede dei fratelli. È un cammino mediante il quale la nostra parrocchia e non alcune persone soltanto, diventa missionaria, attraverso una vera comunità di laici e sacerdoti realmente uniti dal comune amore per il Signore.

Ulteriore elemento qualificante della proposta è da un lato la possibilità di incontrare anche chi è più distante dalla Chiesa, dall’altro aiutare i partecipanti a superare quell’alone di anonimato che caratterizza una Comunità grande come la nostra, per vivere una maggiore fraternità e conoscenza reciproca tra le persone.

don Paolo

 

Di seguito l’elenco degli indirizzi delle case ospitanti con la relativa ubicazione sulla mappa della città e date degli incontri durante l’anno:

 

Informazioni
Presso la Segreteria parrocchiale SS. Protaso e Gervaso Gorgonzola

  • tel. 02 9513273
  • segreteria@chiesadigorgonzola.it

_____________________________________

I TEMI DEGLI INCONTRI

 PRIMO INCONTRO 
Gruppi del Vangelo: Venerdì 28 ottobre
«Mentre pregava, il suo volto cambiò d’aspetto»:
la preghiera di Gesù sul monte della trasfigurazione (Lc 9,28-36).

1 TRASFIGURAZIONE PRIMA PARTE Testo per Tutti Don Paolo Zago

SECONDO INCONTRO
Gruppi del Vangelo: Venerdì 25 novembre
«Quando pregate dite»: Padre Nostro (Lc 11,1-4).
2 Incontro:  PADRE NOSTRO PRIMA PARTE
2 Incontro: PADRE NOSTRO SECONDA PARTE
don Paolo Catechesi adulti 2022 11 04 MT 6,9-13

 

TERZO INCONTRO
Gruppi del Vangelo: Venerdì 16 dicembre

«Chiedete e vi sarà dato»: l’efficacia della preghiera (Lc 11,5-13).
don Paolo Zago 2022 12 02 Catechesi del I Venerdì del mese: vi sarà dato (audio)
PERCHÉ DIO NON INTERVIENE  (scheda pdf)
3 LA PREGHIERA DI DOMANDA (scheda pdf)

 

QUARTO INCONTRO
Gruppi del Vangelo: Venerdì 27 gennaio

«Diceva sulla necessità di pregare sempre…»: il giudice iniquo e la vedova importuna (Lc 18,1-8).

 

QUINTO INCONTRO
Gruppi del Vangelo: Venerdì 24 febbraio
«Chiunque si esalta sarà umiliato»: il fariseo e il pubblicano (Lc 18,9-14).

 

SESTO INCONTRO
Gruppi del Vangelo Venerdì 21 aprile
«Padre nelle tue mani consegno il mio Spirito»:
la preghiera di Gesù sul monte degli ulivi e sulla croce (Lc 22,39-46; 23,33-34; 23,44-46).

 

SETTIMO INCONTRO
Gruppi del Vangelo: Venerdì 26 maggio

Ha rovesciato i potenti dai troni, ha innalzato gli umili:
il Magnificat e la gioia della preghiera di Maria (Lc 1,46-55).

 

Di seguito 3 testimonianze di animatori dei gruppi del Vangelo:

Mi è stato chiesto di raccontare brevemente cosa sono i gruppi del Vangelo. Si tratta semplicemente di persone che si incontrano per ascoltare e meditare insieme alcune pagine del Vangelo. Per questo chiunque può partecipare.

Lo scambio avviene su di un testo della Parola di Dio ed ognuno esprime con parole proprie, come si sente di fronte a questa Parola. Tutti devono sentirsi ascoltati e a nessuno è consentito dare consigli o criticare un altro, ma ognuno può raccontarsi a partire dalla Parola di Dio. Nessuno di noi è maestro ma tutti siamo discepoli della Parola.

Quest’anno i sette incontri programmati, inizieranno venerdì 28 ottobre ed avranno come titolo: “Nelle mani del Padre”. La preghiera con Gesù in un tempo di crisi”.

Si farà riferimento al vangelo secondo Luca e rifletteremo sui sette momenti della vita di Gesù nei quali la preghiera ha avuto un ruolo decisivo, sia nella pratica personale che nella sua predicazione.  Riscopriremo grazie alla Parola di Dio, la forza consolante, motivante e illuminante della preghiera di Gesù.

La mia esperienza personale che dura da ormai due anni è sicuramente positiva. Ho conosciuto persone nuove ed ho rafforzato la mia fede. Con loro c’è stata condivisione e ascolto reciproco in un clima di fraternità.

 Invito tutti a partecipare e vi ringrazio per l’ascolto e l’attenzione.

 

Durante l’incontro di preparazione degli animatori del GdV, un animatore ha suggerito di raccontare cosa facciamo nei GdV. Ecco la ragione per cui oggi gli animatori del GdV sono presenti a tutti le messe: per raccontare.

I gruppi si riuniscono una volta al mese, al venerdì sera, ma ciascun gruppo potrebbe anche decidere di riunirsi in un altro giorno. Il venerdì ha un vantaggio: di collegarsi in diretta con il momento dell’introduzione tenuta del parroco, negli altri gg comunque si può recuperare la registrazione. C’è un tema che accompagna i GdV x tt l’anno, qs anno sarà la preghiera. Sette incontri a partire dal V. di Luca.

Il GdV è appunto un gruppo di persone che liberamente hanno deciso di entrare nella casa di un amico, di un conoscente ma anche di qualcuno prima sconosciuto

incontrato per la prima volta, per ascoltare la parola di Dio, per ascoltare l’altro. E uno spazio di comunità ma anche intimo, intimità che viene aperta dalla parola di Dio parola che scava nel profondo, che provoca, interroga, che sostiene e conforta. Prendo in prestito alcune frasi dell’omelia di introduzione al pontificato di San Giovanni Paolo Il, di cui ieri ricorreva la memoria e che oggi nell’occasione possono essere un invito, per tutti, credenti e non credenti: ” Non abbiate paura, Cristo sa cosa è dentro l’uomo. Solo Lui lo sa! Oggi così spesso l’uomo non sa cosa si porta dentro, nel profondo del suo animo, del suo cuore. Così spesso è incerto del senso della sua vita su questa terra. È invaso dal dubbio che si tramuta in disperazione. Permettete quindi, vi prego vi imploro con umiltà e con fiducia, permettete a Cristo di parlare all’uomo, solo Lui ha parole di vita, sì, di vira eterna.

 

Il nostro gruppo si incontra in zona cascina Antonietta, siamo una decina di persone di varie età, il meno giovane ha 87 anni.
I gruppi del Vangelo sono nati 3 anni fa, si incontrano una volta al mese, il venerdì sera. A volte il gruppo si trova in giorni e orari diversi ma comodi per partecipanti.

Da venerdì 28 ottobre si ricomincia. 
Il tema di quest’anno è: La preghiera in un tempo di prova. Ciò che accomuna i partecipanti, credenti e non, è il desiderio di avvicinare la Parola di Dio, il vangelo
in particolare. Lo ascoltiamo, cerchiamo di capire il testo (con l’aiuto di don Paolo), lo facciamo dialogare con la nostra vita. Ed emergono riflessioni, domande, dubbi, si scopre come la vita può essere illuminata e sostenuta dal Vangelo.
Al termine dell’incontro c’è tempo per una tisana, una fetta di torta e tanta fraternità. E’ bello poter parlare e discutere di vangelo, cosa che durante la messa non si può fare.

Perciò vi invitiamo a provare a partecipare a uno dei 22 gruppi attivi.
A nome della comunità vi rivolgo tre inviti:

1. Entrate in un gruppo e vedete cosa si fa, sul notiziario ed in questa pagina di oggi trovate gli indirizzi e i nomi di 
ospitanti e animatori. Se vi occorre un recapito telefonico chiedete alle segreterie parrocchiali.

2. Diventate animatori un gruppo del vangelo partecipando ai 72, gli incontri di preparazione con don Paolo.

3. Aprite la vostra casa a un nuovo gruppo del vangelo diventando ospitanti.

COMMENTS